Ã…terresan

Efter två dagar på Nösund, återresa med Lasses segelbåt. Dubbelflax med vädret. Med sol och gott om vind, seglade vi tillbaka till Stenungsund, Lasse och hans två gastar, Jonny och jag. Vi avseglade vid femtiden och kom fram vid nio. 

Vi kryssade från Nösund till Mollesund genom Tångesund och sedan genom Hästeskärfjorden till Stigfjorden. Därifrån gick vi genom Skåpesund tillbaka till Stenungsund.

Partenza dalle Eolie

L'anno scorso il giovedí del 10 agosto 2006, dovevamo prendere l'aereo da Napoli alle 10 di mattina, io per Londra e mio figlio per Monaco. Il cielo era cupo e il mare grigio e agitato. Per sicurezza avevamo deciso di andare con l'aliscafo a Napoli il giorno prima per passare la notte da amici a Napoli. Non volevamo fare la notte in treno da Milazzo a Napoli visto i rischi di ritardi di treni e traghetti, scioperi e altro. E una nave che partiva per Napoli quella sera non c'era. Insomma, andare in aliscafo il giorno prima a Napoli ci sembrava una scelta sicura.

All'ora della partenza dell'aliscafo non si vide nessun aliscafo. Siamo forse stati una mezzora sul molo senza che nessuno ci poteva informare sul cosa stava succedendo. Solo dopo un bel pó, forse un'ora?) ci informarono che uno degli aliscafi della Siremar era fuori funzione ma che avrebbero fatto tutto il possibile per ripararla. Insomma non era nemmeno certo che saremmo potuti ripartire per Napoli.

Arrivó l'aliscafo che doveva continuare per Messina. Avremmo dovuto cambiare il biglietto e comunque prendere il treno notturno per Napoli? Non sapevamo cosa fare e tempo ce n'era poca per deciderci visto che l'aliscafo per Messina ripartiva da lí a poco. Allo stesso tempo non sapevamo se ci sarebbe stato posto sul treno a Messina. Vi potete certamente immaginare l'ansia da cui fummo pervasi nel non sapere prendere una decisione.

Ma comunque, dopo due ore partimmo finalmente per Napoli. A bordo dell'aliscafo comprendemmo il perché di questo ritardo: eravamo su un piccolo aliscafo con sedili sporchissimi e consumati e se non lo erano, avevano lo schienale rotto. Insomma, non era strano che questo aliscafo aveva avuto problemi. Ci sembrava di stare su un aliscafo in un paese del terzo mondo.

Su questo sedile non ci volevamo sedere

L'imbarazzo della scelta di sedile.
Questo non aveva lo schienale rotto.

Tutta era comunque tranquillo a bordo e ci "sentimmo sollevati". Ma a Stromboli ricominciarono di nuovo i problemi. Quando arrivó l'ora di ripartire per il nord, non successe assolutamente nulla.  Mi alzai per avere delle informazioni ma nessuno ci seppe dare dei chiarimenti. Dopo un po ci spiegarono che molto probabilmente non avremmo potuto continuare a causa delle condizioni del tempo. Ci sentimmo prigionieri a Stromboli. Sicuramente non avremmo fatto in tempo a prendere l'aereo il giorno successivo. Ci venne detto dal personale di bordo che erano in attesa di indicazione sul da farsi dalla sede della Siremar.  Dopo circa tre quarti d'ora venne data l'indicazione di riproseguire comunque la rotta direzione Napoli, dove arrivammo verso mezzanotte. Ce l'avevamo fatta! Dormimmo tranquillamente dai nostri amici e l'indomani partimmo per Londra e Monaco.

Check in in due Check in diversi a Napoli,
uno con Lufthansa e l'altro con Myair.

Oggi la Siremar ha sostituito diversi aliscafi, da quel che ho sentito dire. Almeno, l'aliscafo Siremar con cui siamo andati a Milazzo in luglio era particolarmente pulito e in buone condizioni. Ma, leggendo in Eolnet sui ritardi subiti da quaranta turisti per ritardi della linea concorrente Usticalines, mi sono rivenuti i ricordi di quella partenza di un anno fa.

Dovete sapere che mio figlio ritornó in Svezia la stessa sera mentre io arrivai con l'ultimo volo Myair del venerdí a Londra e lí rimasi bloccato per tre giorni. Gli aeroporti erano chiusi in attesa di nuove misure di sicurezza contro le bombe liquide. Ebbi la fortuna di trovare un volo con la SAS domenica sera che mi riportó a casa. Con RyanAir avrei dovuto aspettare fino a mercoledi.


Lettura di giornale inglese in un ristorante italiano…

Segling i Bohuslän

Underbar seglingstur med en 34 fot segelbåt i kanonväder i Bohuslän, från Stenungsund till Nösund, 1½ timme norrut. Blåsig och gungig övernattning med ett antal uppvaknanden, men det var ändå roligt att prova på det. Har många gånger seglat Snipe, 2-krona, jigg och jollar men kanske endast 2-3 gånger en större segelbåt. Jag skall lägga upp några foton när jag kommer hem. Glömde usb-sladden. 🙁

Lipari = Milazzo

 Marina Corta 2015

Entrando con la nave nel porto di Milazzo cosa si vede per primo? Un lungo muro. E stando nel porto di Milazzo cosa si vede? Tutto fuorché il mare. A quanto pare, si vuole chiudere dentro Marina Corta e Marina Lunga con muri alti fino a 4,5 metri. Addio paese di Lipari… Andiamo in vacanza a Milazzo invece, che almeno lí hanno un lungomare.

There is a project that plans to create high wall (4,5 m) ports around Marina Corta and Marina Lunga. A good port is needed maybe in Porto Pignataro. But what is Marina Corta and Marina Lunga if you don't see the Sea, if you just see a lot of boats and a big wall? And what is Lipari if you just see a wall from the sea? Good night charming Lipari. As usual, money talks!

Vedi filmato in You Tube

Action!

“I think there is something, more important than believing: Action! The world is full of dreamers, there aren’t enough who will move ahead and begin to take concrete steps to actualize their vision.”

“Penso che questo sia piú importante del credere: agire! Il mondo é pieno di sognatori, non sono abbastanza coloro che si muovono concretamente per realizzare le loro visioni.”. 

W. Clement Stone

Forza Mariano Bruno!

Il nuovo sito Italia.it scrive sulle isole. Clicca qui…

In un'altra pagina parla delle spiagge piú belle italiane. Clicca qui… Ma qui mancano la spiaggia di Valle Muria e la Baia dell'Abbate! Forse é ora di fare un pó di pulizia in queste due perle eoliane.

Un appello a Mariano Bruno

Provvedi a mettere in ordine Valle Muria e la Baia dell'Abbate e invia foto a Italia.it! Voglio sostituire al piú presto queste due orrende foto:

Valle Muria luglio 2007Spaiggia dell'Abbate

Cliccare sull'immagine per ingrandire 

Il valore della preghiera

Non credo piú nel valore della preghiera come supplica di aiuto da parte di Dio. Dio é perfetto ed ha creato un universo perfetto, quindi non c'é ragione di entrare a cambiare ciò che é stato creato. Siamo invece noi, esseri umani, che dobbiamo agire e risolvere i problemi che ci sono. Penserete che l'universo non puó essere perfetto con la miseria, la violenza, le ingiustizie che c'é nel nostro mondo. Ma invece lo é, perché dovete chiedervi di chi é la colpa di ciò che succede intorno a noi? È di Dio? No certamente. Siamo noi che nella nostra immaturitá creamo le tragedie intorno a noi. Siamo noi che creamo miseria, violenza e ingiustizia. E siamo noi che dobbiamo maturare, perchè ci é stato dato la facoltá di pensare e di agire. Dio ha voluto cosí, come contadini, pastori, proprietari di questo mondo. Dio ci ha dato un arma che ancora non sappiamo usare. Ma come impariamo ad usare quest'arma? Ovviamente sbagliando e stiamo sbagliando di grosso. Crudele é la realtá, che molti devono soffrire terribilmente per i nostri peccati, per la nostra cecitá, per il nostro egoismo. Ma quale sarebbe stata l'alternativa? Potevamo restare al livello degli animali, condotti dagli istinti e dalle regole della natura. No, Di ci ha voluto creare ad immagine sua, con una facoltá di imparare dal passato e di creare il nostro futuro. Alla preghiera come supplica, non credo più. "Padre nostro che sei nei cieli, abbi pietá di noi." Dio ha pietá di noi, ma non ci verrá incontro se non dopo la nostra morte. Siamo noi che ci dobbiamo muovere. Siamo noi che dobbiamo salvare noi stessi ed il mondo. Quando mi sento male, supplico comunque, forse per vecchia abitudine. Quella preghiera funziona come sfogo, come un grido liberatorio, che mi aiuta momentaneamente a riprendere forza. Ma sono io che poi devo provvedere.

E Meister Eckhart disse: "If the only prayer you ever say in your entire life is thank you, it will be enough."

http://en.wikipedia.org/wiki/Deism#Opinions_about_prayer http://www.einsteinandreligion.com/prayer.html

Notebook of a pluralist

Insert math as
Block
Inline
Additional settings
Formula color
Text color
#333333
Type math using LaTeX
Preview
\({}\)
Nothing to preview
Insert