Dario Fo

.

INTRODUCTION

 

INDEX

.

Issue 1

 

.

The birth of a Jester

Italian English
questa giullarata si chiama la nascita del giullare è una giullarata ritrovata intorno al 1800 da un ricercatore siciliano amico di p3 di ragusa.

però l’origine di questa giullarata e verso il 1200.
Se ne trovano degli spezzoni e se vogliamo chiamarle così, anche in Lombardia, in Francia e in Germania.

Nascita del giullare.

Il giullare racconta in piazza la sua origine era un contadino uno che faticava dall’alba al tramonto curvato sulla propria zappa sulla vanga.
La sera se ne tornava a casa distrutto completamente non aveva voglia di parlare di giocare con i bambini e di abbracciare la propria moglie si sdraiava sul pallone sul palo e riccio era addormentata e nero era il suo sogno cioè non c’erano immagini non c’era storia alla mattina ancora col gallo e cantava se ne andava al lavoro era ancora notte di nuovo sempre sulla van gaal a terra e il primo la prima rugiada era il suo sudore per le zolle una sera se ne torna a casa e non fa la stessa strada si perde e si trova davanti a una montagna tutta nera non importa fa parte dei rumori veri della rappresentazione si trova davanti a una montagna tutta nera chiede a un contadino che cos’è che la montagna è una montagna lavica evidentemente senza uno stelo d’erba senza una pianta senza un fiore e il contadino dc non è di nessuno nessuno la vuole nessuno ha mai pensato di farla propria e ora il contadino va a vedere se trova magari la possibilità di farne qualche cosa grazie addirittura dentro certi anfratti della roccia e scopre che c’è un po di terra una terra nera odorosa quindi va a chiamare sua moglie i suoi figli e insieme cominciano a far terrazzi ad andare a rubare la terra un po dappertutto perfino nel camposanto rubano la terra e pian piano la vis terna di sterno finché riescono con terrazzi fare una specie di torre di babele con la terra tutt’intorno ma non ce l’ha la cercano finalmente la ritrovano in cima alla montagna facendo sambuco l’acqua scende diventa veramente un paradiso terrestre ma subito subentra il padrone che arriva a cavallo e vuole l’acqua e questa terra ci manda il notaio limando il prete per convincerlo a cederla ma non c’è niente da fare il contadino non molla e sua terra e le sue braccia della sua fatica della fatica dei suoi figli e di sua moglie e allora il padrone arriva una mattina a cavallo con tutti gli sgherri fa afferrare il contadino si cava i pantaloni e violenta la moglie davanti agli occhi dei figli e del contadino stesso il povero contadino strappa i legami legarci le corde che lo tengono bloccato prende una zappa si vuol vendicare vuole soprattutto vendicare il proprio onore ma la moglie dice no non lo fare è proprio quello che vogliono loro per poi ammazzarti e che onora e tu vuoi salvare l’onore nostro non ce l’hanno chi la roba tiene chi a quattrini che ha potere chi non ha niente come noi non ha onore solo nella terra ritrova il proprio onore salviamo il nostro onore e ora il contadino molla la zappa gli altri se ne vanno spiazzando sfottendolo e poi non riesce a guardare in faccia a sua moglie i figli non lo guardano più in faccia i figli si lasciano andare si lasciano morire non mangiano più non ridono più muoiono dietro l’altro la moglie impazzisce e scappa su una montagna solo il contadino decide di ammazzarsi di impiccarsi arriva gesù cristo arriva gesù cristo e subito deparle gli dice sei stato bravo hai avuto coraggio e tenuto la propria la tua terra non hai capito la cosa più importante non ci sei preoccupato degli altri credevi di aver toccato il cielo con un dito sul col fatto che avevi per te e per te solo la roba da mangiare mai pensato distribuire e accomunare gli altri che come eterno disgraziati ma era un pezzettino di terra seregno soltanto per me per la mia famiglia è proprio quel poco che hai che deve dividere con gli altri se vuoi che gli altri dividono con te il tanto che tu hai bisogno di avere avresti avuto bisogna avere appoggio solidarietà consigli anche nella lotta anche nella condizione in cui 6 e così non hai soprattutto parlato agli altri non hai descritto non hai raccontato la tua storia perché gli altri ti racconto nella loro storia e insieme possiate combattere contro più mi schiaccia continuamente qui mi sfotte incontri adc ma come faccio io non riesco a parlare agli altri io ho il cervello rinsecchito dalla fatica dal sole dal vento le mie la mia bocca non riesce a proferire parola inventare la mia lingua intossicata dentro i denti non sa esprimersi e allora ecco che subito gesù cristo dice farò un miracolo afferra la sua testa lo bacia e quel momento subito la lingua si mette a muovere inventa costruisce parole il cervello con melograno esplode e il contadino comincia a saltare va in mezzo alla piazza e scherzando e facendo ridere la gente racconta la propria storia e la forza del padrone soprattutto abbassa sfascia con la sua lingua che diventa un coltello tagli la grande vescica sulla quale se ne sta tutto il potere il padrone i suoi preti suoi vescovi la sua religione tutte le sue leggi e riesce a distruggere attraverso lo sghignazzo ea far prendere coscienza la gente questa è la storia del giullare il dialetto è quello lombardo in una trascrizione in glossario del 1200 circa comincio senz’altro 60 anni

 

this jester is called the birth of the jester. It is a jester found around  to 1800, from a Sicilian researcher friend of p3 from Ragusa.

However, the origin of this jest is around 1200. Pieces (it. spezzoni) were found.
If we want to call to call them like “Spezzoni”, these are found also in Lombardy,
in France and in  Germany.
The birth of the Jester.

The jester tells in the square, that his origin.
He was a  farmer, who labored from dawn to dusk bent over his hoe, on the spade.
In the evening
he went home completely destroyed he didn’t want to talk about playing with the children.  

and to hug his wife he lay down on the ball on the pole and hedgehog was asleep  
and black was his dream that is there were no images there was no story in the morning still with the rooster and  
he sang he went to work it was still night again always on the van gaal on the ground and the first there  
first dew was his sweat on the clods one evening he goes home and does not go the same way  
he gets lost and finds himself in front of an all black mountain it does not matter is part of the noises  
true of the representation stands in front of an all black mountain asks a farmer  
what is it that the mountain is a lava mountain evidently without a stalk of grass without one  
plant without a flower and the farmer dc belongs to nobody nobody wants it nobody has ever thought about it  
to make it his own and now the farmer goes to see if he finds the possibility of making some  
what thanks even in certain ravines of the rock and discovers that there is a bit of earth  
a black fragrant earth then goes to call his wife his children and together they begin  
to make terraces to go and steal the land a little everywhere even in the cemetery they steal  
the earth and slowly the vis terna of sternum until they succeed with terraces to make a kind  
tower of babel with the earth all around but does not have it, they finally find it  
at the top of the mountain, making the water go down it truly becomes an earthly paradise  
but immediately the master takes over and arrives on horseback and wants water and this land sends us the notary  
filing the priest to convince him to sell it but there is nothing to do the farmer does not give up  
and his land and his arms of his toil of the fatigue of his children and his wife and  
then the master arrives one morning on horseback with all the henchmen and makes the farmer grab  
he takes off his pants and rapes his wife in front of the eyes of his children and the farmer himself  
poor peasant tears the ties to tie us the ropes that keep him locked takes a hoe if you want  
avenge wants above all to avenge his own honor but his wife says no is not doing it  
what they want and then kill you and honor and you want to save our honor not  
they have it who keeps the stuff who has money who has power who has nothing like us has no honor  
only in the earth does he find his own honor do we save our honor and now the farmer lets go of the hoe  
the others go off taking it by surprise and then he can’t look at his face  
wife the children no longer look him in the face the children let themselves go they let themselves die  
they don’t eat anymore they don’t laugh anymore they die after the other the wife goes crazy and runs away on one  
mountain only the farmer decides to kill himself to hang himself Jesus Christ arrives Jesus Christ arrives  
and immediately deparle tells him you were good you had courage and kept your land  
you did not understand the most important thing you did not worry about others you thought you touched  
the sky with a finger on the fact that you had for yourself and for yourself only the stuff to eat ever thought  
distribute and unite others who as eternal wretches but was a piece of land in Seregno  
only for me for my family it is just what little you have that must share with others if  
you want others to share with you as much as you need to have you would have had to have  
support solidarity advice also in the fight even in the condition in which 6 and so you do not have  
above all you spoke to others you did not describe you did not tell your story because the others  
I tell you in their story and together you can fight against more crushes me continuously  
here he teases me you meet adc but as I do I can not talk to others I have the brain  
withered by fatigue from the sun from the wind my mouth is unable to utter a word  
invent my tongue intoxicated inside the teeth does not know how to express itself and then here is Jesus immediately  
christ says I’ll do a miracle grabs his head kisses him and that moment immediately the tongue is put  
to move invents builds words the brain with pomegranate explodes and the farmer begins to  
jumping goes to the middle of the square and joking and making people laugh tell their own story  
history and the strength of the master especially lowers it with his tongue that becomes a knife  
cut off the great bladder on which all power lies the master and his priests  
bishops his religion all his laws and manages to destroy through the sneer  
and to make people aware this is the story of the jester the dialect is that  
Lombard in a glossary transcription of about 1200 I certainly begin 60 years.

 

.

conclusion

 

.

 

  • Sources

 


captcha

 

Notebook of a pluralist

Insert math as
Block
Inline
Additional settings
Formula color
Text color
#333333
Type math using LaTeX
Preview
\({}\)
Nothing to preview
Insert